L’Apostolato della Preghiera, oggi configurato come Rete Mondiale di Preghiera del Papa, offre due modalità di partecipazione: una forma “aperta” e un’altra di “appartenenza e impegno”, considerando l’Eucaristia come modello di offerta e disponibilità, per vivere nello stile di Gesù.

  1. La modalità di partecipazione aperta, accessibile a ogni battezzato, consiste nell’assumere come parte della preghiera quotidiana a Dio, se possibile nella celebrazione Eucaristica, la preghiera per le intenzioni di preghiera del Papa. A coloro che assumono questa modalità, è richiesto in modo particolare, che i primi venerdì di ogni mese si integrino alla Rete Mondiale di Preghiera del Papa, tenendo particolarmente presenti le intenzioni del Santo Padre. Quel giorno sarà considerato “Giornata mensile di preghiera per le intenzioni del Papa”. Questa modalità può essere assunta spontaneamente da persone, gruppi o movimenti.
  1. La forma di appartenenza e impegno richiede un intervento più attivo, essendo necessario stabilire un legame con il centro responsabile della Rete Mondiale di Preghiera del Papa nel Paese o nella regione, solitamente chiamato Ufficio Nazionale. Questo collegamento può essere concretizzato partecipando alle attività proposte dall’Ufficio Nazionale (istanze di formazione, incontri nazionali, giornate di preghiera, ecc.) e rimanendo informato attraverso le reti sociali. Questa appartenenza e questo impegno possono essere vissuti a livello personale o, anche, a livello di gruppo o di comunità. Può persino assumere la forma di una consacrazione personale.

2.1. A livello personale, la forma di appartenenza e impegno richiede di assumere come parte della vita quotidiana tre momenti di preghiera al Signore Gesù: uno al mattino, con la preghiera di offerta, un altro durante il giorno e un altro di sera; uno di questi si può fare nella celebrazione eucaristica. La cosa essenziale, attraverso questo ritmo quotidiano di preghiera, è consolidare la nostra intima amicizia con il Signore e trovare la propria maniera di collaborare con la missione della Chiesa, nell’orizzonte delle sfide raccolte dalle intenzioni di preghiera che ci affida il Papa. Questa preghiera e disponibilità apostolica è sempre unita a Maria, la Regina degli Apostoli.

2.2. A livello di gruppo o di comunità, la forma di appartenenza e impegno si può concretizzare attraverso una di queste tre opzioni possibili:

Le parrocchie, le comunità cristiane e i vari gruppi possono esprimere il loro impegno per la Rete Mondiale di Preghiera del Papa, incontrandosi specificamente per pregare per le intenzioni del Papa e, in particolare, prendendo il primo venerdì del mese come un giorno destinato a questo fine. L’Ufficio Nazionale sarà informato del suo impegno in modo che vi sia una reale consapevolezza e integrazione con la rete.

Le comunità della Rete Mondiale di Preghiera del Papa sono costituite a tal fine nelle parrocchie, nelle scuole e in altri spazi. Queste comunità non solo pregano e assumono un atteggiamento interiore di disponibilità a collaborare con la missione della Chiesa, ma si mobilitano anche, cercando dei modi per mettersi al servizio delle sfide dell’umanità e delle necessità della Chiesa. Le persone che compongono queste comunità sono impegnate, personalmente e in gruppo, a vivere l’itinerario delle loro vite, secondo la spiritualità del Cuore di Gesù. Allo stesso modo appoggeranno il nostro ramo giovanile il Movimento Eucaristico Giovanile ovunque esista, o la pastorale giovanile (parrocchia o scuola, ecc.).

I gruppi dell’Apostolato della Preghiera, nati dalla nostra tradizione spirituale e presenti nelle parrocchie, sono anche un’altra modalità comunitaria di impegno per la Rete Mondiale di Preghiera del Papa. Hanno una struttura diocesana e hanno le loro istruzioni o regolamenti interni. Potranno fare affidamento su queste linee guida nella misura in cui siano di aiuto per organizzarsi e sono invitati a partecipare al processo di “Ricreazione”

2.3. La consacrazione personale, o “alleanza” con Gesù, è per coloro che sperimentano una chiamata a vivere più strettamente uniti al Cuore di Gesù e che desiderano formalizzare la loro offerta personale, compromesso e servizio in questo senso. La consacrazione rende coloro che la professano “apostoli di preghiera” e per questo assumono l’impegno di essere disponibili per il servizio delle comunità della Rete Mondiale di Preghiera del Papa e del Movimento Eucaristico Giovanile, nella missione della Chiesa locale. La consacrazione, o alleanza con Gesù, sarà condotta seguendo gli orientamenti dell’Ufficio Nazionale in coordinamento con l’Ufficio Internazionale.